AnnunciAziende

AnnunciAziende

Info e annunci dal e sul mondo business

From the blog

Corso Primo Soccorso: cos’è e come funziona

Quando si parla di “Corso di primo soccorso aziendale“ci si riferisce a quelle lezioni, di tipo pratico e teorico, destinate a coloro che lavorano o collaborano con un’azienda, utili a formare il personale e a renderlo capace di gestire, in modo autonomo o sotto la supervisione di un incaricato, specifiche situazioni di emergenza.

A tal proposito appare ovvia la differenza tra “Primo”e “Pronto”soccorso. In quest’ultimo caso infatti ci si riferisce a tecniche, di tipo farmaceutico e chirurgico, eseguite da personale medico altamente preparato, mentre le operazioni di Primo Soccorso vengono attuate essenzialmente da personale non medico.

È il datore di lavoro che in genere è tenuto ad indicare gli individui destinati a svolgere tali mansioni e che saranno poi quindi i fruitori dei suddetti corsi di primo soccorso, tenendo conto della disponibilità e dei requisiti psico-fisici della singola persona.

Non esiste un numero minimo di addetti, questo dipende dai potenziali rischi, dalla tipologia di azienda, dalle sue dimensioni e dal numero di dipendenti impiegati al suo interno.

L’inadempienza da parte del datore di lavoro nello scegliere gli addetti al primo soccorso può portare a multe e persino all’arresto.

Quali sono le principali attività che un addetto al primo soccorso è tenuto a compiere?

Frequentare un corso primo soccorso aziendale permette ai singoli incaricati di imparare specifiche manovre di rianimazione, di gestire nel migliore dei modi situazioni di pericolo e di comunicare in modo comprensibile con tutti, in azienda e al di fuori della stessa.

Nello specifico un corso di questo tipo prevede lezioni che consentono:

  • di valutare le funzionalità respiratorie e quelle circolatorie del soggetto infortunato;
  • di valutare la risposta a stimoli dolorosi o verbali, quindi lo stato di coscienza, da parte del soggetto infortunato;
  • di valutare eventuali stati di ipo- ed iper-termina del soggetto infortunato;
  • di gestire con tempestività le operazioni di soccorso, comprese quelle di richiesta di intervento da parte degli organi ufficiali di assistenza sanitaria, in modo chiaro e rapido;
  • di sostenere in maniera opportuna le funzioni vitali presenti nel soggetto, con manovre che mirano ad esempio a mantenere pervie le vie aeree, ad eseguire un massaggio cardiaco o ad effettuare una respirazione artificiale (nel caso ve ne fosse bisogno).

Tutte queste operazioni devono essere eseguite dall’addetto al primo soccorso aziendale in quel periodo di tempo che precede l’arrivo del personale di soccorso specializzato, il tutto tenendo conto del piano di sicurezza relativo alla specifica azienda.

Inoltre il responsabile del primo soccorso ha il compito di tenere sempre in ordine la cassetta o l’ambulatorio, all’interno dei quali sono presenti strumenti e materiali utili alle operazioni di soccorso, e di aggiornarsi periodicamente su eventuali modifiche al protocollo, nuovi rischi e infortuni riscontrabili in azienda.

Fonte delle informazioni: https://www.gdmsanita.it/corso-primo-soccorso-torino.php