AnnunciAziende

AnnunciAziende

Info e annunci dal e sul mondo business

From the blog

GDPR: come mettersi in regola sui dati personali

CHE COSA SI INTENDE CON IL TERMINE GDPR

Con il termine GDPR si vanno ad imprimere delle nuove regole per ciò che riguarda la protezione dei dati personali, attraverso l’istituzione di questa precisa rendicontazione avente data Maggio 2018.

In questo modo si vuole cercare di istituire una rete condivisa tra tutti gli stati dell’unione europea che permetta la libera circolazione di dati personali non soltanto tra gli stati dell’unione europea, ma anche e soprattutto all’esterno dei confini europei, andando a cercare di equiparare i modelli esistenti ad esempio in realtà economiche floride quali ad esempio la Cina.

PRINCIPALE SVANTAGGIO DEL GDPR

Inizialmente, il GDPR era stato visto come uno strumento in grado di unire i diversi popoli europei, cercando di uniformare a un’unica legge le diverse realtà locali.

Ma, purtroppo, questo nobile fine non è stato raggiunto poiché i GDPR conferiscono piena autonomia ai diversi stati dell’unione europea per quanto riguarda la stesura delle leggi.

In questo modo, qualsiasi stato è in grado di creare un proprio regolamento, che risulterà ovviamente dissimile da tutti gli altri.

CAMBIAMENTI PRINCIPALI ISTITUITI DAL GDPR

Queste sono le principali novità introdotte dai GDPR:

  • Vengono ad essere introdotte regole chiare e precise riguardo informative e consensi dei dati personali;
  • Vengono ad essere definiti in maniera precisa e soprattutto oggettiva i limiti per quanto riguarda il trattamento automatizzato dei dati personali;
  • Vengono ad essere fissate le conseguenze di un’eventuale violazione dei dati personali.

COSA CAMBIA ALL’INTERNO DELLE AZIENDE CON L’INTRODUZIONE DEL GDPR

Non seguire le linee guida dettate dai GDPR può diventare davvero problematico per un’azienda, dato che le sanzioni che vengono a essere introdotte sono davvero pesanti, potendo le stesse subire da semplici sanzioni amministrative fino a sanzioni pecuniari per un ammontare totale di 20 milioni di euro.

Per questo motivo, è stata introdotta una nuova figura, cioè quella del Responsabile della protezione dati che, a dire il vero, non è stata ancora precisamente regolarizzata, i cui compiti sono piuttosto oscuri e che deve ovviamente essere adeguatamente formato, data la sua funzione vitale.

PER QUALE MOTIVO LE AZIENDE DEVONO INVESTIRE SUI GDPR

In un mondo orientato verso la tecnologia quale quello in cui viviamo, risulta intuitivo comprendere che una corretta gestione dei dati personali è fondamentale per la sopravvivenza delle aziende stesse, oltre che per la salvaguardia dei clienti.

Dunque, investire sui GDPR risulta essere sinonimo di assoluta qualità e può portare, a lungo andare, introiti non indifferenti, oltre che essere sinonimo di qualità e competenza.

Ragion per cui stanno sempre più formandosi professionisti del settore, proprio come nel caso di Saltech.

Dunque, in definitiva i GDPR rappresentano il futuro, e in un mondo informatizzato quale quello in cui viviamo sono la base di una azienda di successo e soprattutto produttiva.