AnnunciAziende

AnnunciAziende

Info e annunci dal e sul mondo business

From the blog

pvc

Porte interne in PVC, quali sono i pro e i contro

Ora di cambiare le porte di casa? Bene, ma non ci si può affidare al caso, anche questa scelta, come tutte le altre che riguardano i cambiamenti della nostra casa, deve essere fatta e ponderata in base a tanti fattori di cui necessariamente dobbiamo tenere conto se non vogliamo fare una scelta incauta della quale potremmo pentirci in seguito. Se abbiamo deciso di vagliare, tra i possibili materiali delle porte, il PVC, vediamo quali sono i pro e i contro di questo materiale sempre più utilizzato per gli infissi e per le porte interne.

Porte interne in PVC, facciamo il punto

Il PVC è un materiale tutto sommato abbastanza nuovo, plastico, molto versatile e attualmente è tra i più utilizzati nella realizzazione di infissi. Il cloruro di polivinile, questo il nome per esteso, nella sua versione rigida (può essere anche flessibile) è molto resistente e per questo viene utilizzato in diversi ambiti. Nella realizzazione degli infissi viene miscelato con stabilizzanti a base di zinco o anche di stagno che ne aumentano la capacità di resistenza nei confronti degli agenti atmosferici.

Di per sé questo sarebbe già un motivo più che valido per utilizzarlo come materiale di prima scelta per la costruzione degli infissi, ma vediamo per essere ancora più precisi, quali sono i pro e i contro delle porte realizzate in PVC.

Pro delle porte in PVC

Iniziamo subito col dire che uno dei pro più importanti delle porte in PVC è che sono versatili, ovvero, che possono facilmente essere abbinate a qualsiasi tipo di arredo. Questo signifoca che cambiare le porte non sarà più una cosa che andrà a rivoluzionare totalmente anche gli arredi di casa o che condizionerà pesantemente nella loro scelta. Se si ha un arredo, per esempio, in arte povera, basterà scegliere delle porte interne in PVC effetto legno. Il materiale poi è tutto sommato economico, basta digitare “prezzi porte interne PVC” su un motore di ricerca per vedere che non hanno un costo eccessivo anche per chi ha un budget contenuto.

Dal punto di vista della quotidianità, diciamo subito che il PVC non richiede una grande manutenzione, si pulisce facilmente e come abbiamo già detto è molto resistente. Ha inoltre caratteristiche isolanti, per cui aiuta a risparmiare sulla bolletta elettrica.

I contro del PVC

porte01In realtà per trovare i contro di questo materiale ci si deve impegnare, se vogliamo, quando viene esposto agli agenti atmosferici per lungo tempo, negli anni tende a scolorire, ma non è di certo il caso delle porte interne. Un’altra “accusa” che gli viene mossa è che è meno caldo rispetto al legno, il che indubbiamente è vero, ma basta acquistare delle porte simil-legno per ovviare al problema.

Per quanto riguarda poi le porte interne per aziende e cantieri, il PVC è assolutamente il materiale migliore che si possa scegliere per tutte le caratteristiche che abbiamo elencato e soprattutto per i costi contenuti.