AnnunciAziende

AnnunciAziende

Info e annunci dal e sul mondo business

From the blog

coronavirus

Il Conoravirus fa crollare i tassi d’interesse dei mutui

aCome tutte le cose negative, anche il CoronaVirus presenta degli aspetti interessanti. Tutte da valutare per capire come poter e dover, poi, comportarsi quando tutto finirà (si spera al più presto). E, tra le variazioni più importanti, c’è quella che riguarda i tassi d’interesse dei mutui che sono definitivamente crollati. E chissà se, quando finirà, tutto sarà come prima. 

Tasso medio 3,3% 

Crolla il tasso medio dei mutui che supera di poco il 3%

Il crollo dei tassi di interesse porta a delle conseguenze che, nel pratico, vedremo più avanti. Per ora, infatti, limitiamoci a capire la situazione dal punto di vista bancario. Andiamo nei fatti: il tasso medio dei mutui – come media e stiamo parlando dei paesi occidentali – si è fermato a 3,3%. Vuoi sapere quando era lo scorso anno? Il 4,4%.

Vorremmo farti qualche esempio ma rischieremmo di fare pubblicità e, quindi, siccome il nostro intento è informativo ci limitiamo a spiegarti i fatti. Del resto, basta semplicemente farsi un giro sui vari siti online a tema o, comunque, chiedere alle varie banche.

La conseguenza di questo è che le richieste di rifinanziamento dei mutui ipotecari sono aumentate tantissimo, più del doppio. Secondo alcune stime si è arrivati, nel giro di due mesi, a un aumento di circa del 160%.

Praticamente più e meglio del periodo post crisi del 2008

E le famiglie potrebbero risparmiare

Ti spieghiamo cosa vuol dire tassi più bassi

Non vogliamo entrare troppo nel tecnicismo e darti, magari, tutte informazioni relative alle definizioni che, poi, di concreto non ti portano a nulla. Con questa pandemia, se hai comunque uno stipendio regolare (magari, ad esempio, sei un dipendente con un posto ‘fisso’ nella Pubblica Amministrazione) ti conviene chiedere un mutuo se devi comprare casa. Sì, perché questo è il momento giusto.

Il tasso medio dei mutui è, infatti, uno dei costi che si deve sostenere nell’acquisto di un’abitazione. È una delle tante voci che potrebbero portare a un risparmio consistente sulla rata. C’è chi parla anche di decine di euro al mese che potrebbero ‘ingrossare’ il tuo portafogli e, nello stesso tempo, rendere la rata più ‘leggera’. Sarà così? I fatti sembrano andare in questa direzione. 

Case a un prezzo più basso? Interventi dello Stato?

Ecco alcune possibili conseguenze del crollo dei tassi sui mutui

Succede in ogni crisi di mercato. Ed è la prima ‘azione’ che fa un’azienda se deve incentivare l’acquisto del suo prodotto. Qui, però, stiamo parlando delle banche e delle case. Le conseguenze ‘concrete’ ancora non le conosciamo poiché, come dice un vecchio detto, solo chi vivrà vedrà. Ma molti esperti sono convinti: le case potrebbero costare un prezzo inferiore rispetto a quello attuale. Non solo: se dovesse intervenire anche lo Stato, magari aiutando le persone in difficoltà, potrebbe portare a dei scenari diversi. Ed è buono approfittarne. È, se vogliamo fare un raffronto, ciò che successe anche dopo la crisi economica intorno al 2010. Il prezzo delle case – vuoi per motivi personali (la gente non aveva soldi), vuoi perché nessuno poteva dare le giuste garanzie – crollò enormemente e, quindi, visto che lo scenario economico sembra essere lo stesso (anzi, perfino peggiore), nulla vieta che potrebbe riverificarsi nuovamente. Ma in maniera ancora più estrema.

Sarà più facile o difficile ottenere un mutuo?

Qui è molto difficile dare una risposta certa

Più garanzie offri e più hai un potere contrattuale maggiore. Sembra essere questo lo scenario con tassi così bassi da un lato ma con le persone che potrebbero perdere il loro posto di lavoro. 

Sì, perché dopo la crisi bisogna capire se le banche sono disposte a dare credito oppure, come è successo nel post crisi, sono stati chiusi i rubinetti. Difficile prevedere questi aspetti, anche perché la situazione è in completa evoluzione. Non sappiamo neppure quando finirà tutto questo. Magari, ci sarà un deja vù e, quindi, verranno messi ulteriori paletti. In ogni caso, però, è necessario essere elastici e, soprattutto, adattarsi alle varie situazioni che possono verificarsi e approfittarne subito. Riuscendo a capire se è possibile ottenere dei prestiti vantaggiosi sfruttando l’attimo. 

Una delle migliori risorse in Italia per quanto riguarda i prestiti è sicuramente https://prestitimag.it/. Uno dei portali leader del settore.