AnnunciAziende

AnnunciAziende

Info e annunci dal e sul mondo business

From the blog

Normativa antincendio: come mettersi in regola

Mettersi a norma, in quelle che sono le leggi vigenti, in svariati campi, può essere davvero difficile. Anche in quello che riguarda le norme antincendio, la normativa prevede, delle rigide regole, che possono essere anche particolarmente complesse.

In regime aziendale, ad esempio, il provvedimento prevede, che si garantisca che il rischio di incendio, possa essere ridotto, ad un valore, che sia il più piccolo possibile.

Ovviamente questo, non sarà mai pari a zero, visto che una piccola possibilità, sarà sempre presente.

Però questa prevede, che si debba fare, una valutazione, di quelli che sono i rischi, per poter adottare, qualsiasi misura antincendio, possa essere disponibile, così da prevenire e ridurre quindi al minimo, quello che è il rischio, in quanto alla probabilità e alle conseguenze, che questi possono comportare, all’interno di limiti ben delineati, che possono essere definiti come accettabili.

Essa stabilisce, che sia il datore di lavoro, a dover definire e adottare, quelle che sono le misure necessarie, per ridurre al minimo, le probabilità di insorgenza di un incendio.

Questo dovrà poi realizzare, quelle che sono le varie uscite di emergenza e predisporre poi, quelle che sono le varie misure, per garantire una rapida segnalazione dell’incendio, assicurando, quella che è l’installazione, di tutte le misure necessarie, per quella che l’estinzione dell’incendio, garantendo la massima efficienza, di tutti quelli che sono i sistemi di protezione, all’interno degli edifici, andando a fornire infine, a tutti quelli che sono i propri lavoratori, quelli che sono corsi, che li possano informare e soprattutto adeguare, riguardo ai rischi.

La legge infatti prevede, che il piano di emergenza che deve essere stabilito, sia obbligatorio, all’interno di luoghi in cui si trovino almeno 10 lavoratori, in tutti i luoghi in cui può fruire dell’utenza, e che possono comportare, quella che è una presenza di almeno 50 persone, all’interno dello stesso momento, questo indipendentemente, dal numero di dipendenti presenti.

Ovviamente questo, deve essere assolutamente presente, indipendentemente dal numero di persone, nei luoghi dove il rischio è maggiore.

In questo piano di emergenza che viene stabilito, bisognerà inserire tutti i nomi dei vari lavoratori, che vengono incaricati di svolgere il lavoro e di adottare, tutte le misure per prevenire incendi, insieme ovviamente, a quello che è il nominativo del datore di lavoro.

Riuscire ad eseguire tutte queste pratiche, a volte può comportare una notevole perdita di tempo e di denaro e si può anche essere insicuri sul da farsi. in questo però, ci vengono in aiuto quelle che sono aziende, come quella di Saltech, che mette a disposizione, quello che è un personale altamente qualificato, che sarà in grado, di poter gestire tutte le fasi, fino all’attuazione completa del documento, nel pieno rispetto, di quelle che sono le norme vigenti, così che questo andrà a comportare, la completa attuazione delle stesse e che quindi, si possa veder azzerato, quello che è il rischio di incorrere, in un danno di tipo economico, qualora ci siano controlli, che mettono in evidenza delle criticità e che portano, a delle sanzioni o a multe.

Ma che soprattutto, all’interno di quello che il luogo di lavoro, si possa instaurare un clima di assoluta serenità, attuando delle norme, che sicuramente, daranno dei maggiori vantaggi a tutti i lavoratori, in quanto non gli esporranno a situazioni di pericolo gravi, mettendoli in condizione in caso di emergenza, di uscire incolumi da quelle sono circostanze particolarmente pericolose.