AnnunciAziende

AnnunciAziende

Info e annunci dal e sul mondo business

From the blog

STRUMENTI PROFESSIONALI DI UN FALEGNAME

Ci sono molti strumenti usati dai falegnami per lavorare il legno.
Sarà capitato a tutti di entrare in un negozio artigianale, anche solo in una gita scolastica quando si era piccoli, o aver visto qualche bottega di falegnameria in televisione, quindi vi sarà capitato di notare ciò che usano quelli che lavorano nel mestiere, seghe, macchinari ed altro ancora.
Quindi in questo articolo vi parlerò degli strumenti professionali che usano i falegnami per lavorare il legno.

Innanzi tutto, quali sono gli strumenti base per lavorare il legno?
Per cominciare, se non volete respirare le polveri che provocherete con il legno, vi consiglio di indossare guanti, occhiali di sicurezza e mascherina. Anche sono per una maggiore sicurezza.
Ma adesso vi parlerò delle attrezzature più professionali.

COSA MI SERVE PER LA LAVORAZIONE DEL LEGNO?

Metro a nastro: strumento che sicuramente avrete tutti anche nelle vostre abitazioni, ma è fondamentale per lavorare il legno. Perché ci serve? Perché la precisione è essenziale per chi pratica questo mestiere, quindi precisi nei tagli.

Squadra da falegname: ecco un altro strumento di precisione, servirà per definire gli angoli e renderli perfetti.

Compasso da falegname: sempre uno strumento di precisione. Il compasso ci aiuterà nel disegno del progetto, per riportare misure ed altro ancora.

Martello: strumento abbastanza semplice e prevedibile ma molto fondamentale. È senza dubbio lo strumento più usato dai falegnami.

Morsa: questo strumento serve per tenere insieme tutti i pezzi così da lavorarli serenamente.

Sergenti e morsetti: altro strumento indispensabile. A cosa serve? Serve sempre per tenere uniti i pezzi così da incollarli e attendere che la colla si asciughi.

Sega: strumento usato da qualsiasi falegname che si rispetti. La sega è molto fondamentale nell’arte del legno.

Seghetto: cos’è? È sempre una sega, ma diversa da quella descritta in precedenza, intanto è meno faticosa rispetto alla sega manuale, e ci permette di sagomare il legno in modo più semplice e preciso.

Sega circolare: è molto utile, ci servirà soprattutto per i grandi pezzi di legno.

Trapano avvitatore: attrezzo utilizzato da tutti gli operai, lo avrete sicuramente anche nelle vostre abitazioni o avrete visto almeno uno dei vostri genitori o parenti utilizzarlo per fare qualche lavoro a casa. L’unica cosa d cui dovrete assicurarvi è di avere le punte da legno. Inutile dirvi a cosa serve, ovviamente per avvitare, svitare e forare.

Pialla manuale: altro strumento molto importante. Il falegname in questo caso sta piallando una qualsiasi tavola di legno con movimenti scorrevoli.

Pialla elettrica: quando il gioco si fa duro, ecco che entra in campo la pialla elettrica. Ha le stesse funzioni della pialla manuale ma è più agevole. Viene utilizzata quando i pezzi da costruire sono grandi, quindi ci servirà velocità, precisione e diminuzione della fatica.

Carta vetrata: altro strumento importante, la carta vetrata. Per cosa la usiamo? Per rifinire un pezzo o per levigarlo o smussarlo. Ci sono tre tipi di carta vetrata, una grossa, una media e una fine. Vi consiglio di munivi di tutte e tre.

Scalpelli: altro strumento molto pratico che abbiamo tutti anche a casa. Per lavorare il nostro legno sarà necessario avere o acquistare un set di scalpelli così da rifinire e fare piccoli interventi ma necessari.

Raspe e lime: a cosa servono questi strumenti? Innanzitutto tutto facciamo una breve distinzione. La raspa serve per fare le sgrossature e interventi più intensi e pesanti, inoltre rispetto alla lima è più grossa e possente. La lima invece serve per fare levigature più leggere e raffinate, inoltre ha dentature più sottili. Quindi sarà importante munirci di entrambe.

Bene, questi erano gli strumenti professionali e necessari per la lavorazione del legno.
Con questi strumenti professionali potrete costruire vari oggetti divertendovi.